Traduzione


Liturgia del giorno

AVVISO

È FATTA, È W LA MADONNA DI PORTOSALVO, W LA RIGINA DI SIDERNO, W LA NOSTRA PATRONA,
Carissimi fratelli e sorelle della Parrocchia di Santa Maria di Portosalvo, il nostro Vescovo Francesco ha ufficialmente comunicato la nomina del nostro nuovo Parroco che è il reverendo sacerdote, don Francesco Bruno Cirillo. Accogliamo con gioia la bella notizia. Ringraziamo Dio per il dono del sacerdozio e del nostro nuovo Parroco, che, sin da ora, affidiamo alla protezione e alla cura della Regina di Portosalvo. Preghiamo per lui e per noi e sin da ora ci prepariamo ad accoglierlo con cuore ben disposto. Ringraziamo il Vescovo perché non ci ha mai lasciati soli, dopo la dipartita dell’amato don Cornelio, e per la scelta del suo successore. Rimotiviamo il nostro essere Comunità e rimaniamo uniti nella fede, nella speranza e nell’amore!!!
Con affetto….
L’Amministratore parrocchiale
Padre Giovanni, Sac. Jean Dieudonné JAOMANANA

 

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A) – Col. Liturgico: Verde

Commento di Domenica 26 Luglio 2020

San Tommaso d’Aquino, il grande teologo del Medioevo, utilizza un’immagine: noi uomini siamo come una freccia già in piena corsa. Un altro ha preso la mira e ha tirato. Non spetta più a noi cercare un obiettivo: è già stabilito. E dove va questa freccia di cui il Creatore ha stabilito l’obiettivo? Ecco la risposta: la freccia corre verso il bene, e dunque verso la felicità. Dio, e la felicità di essere presso di lui, corrispondono alla più profonda aspirazione dell’uomo. Qui non vi è nulla di imposto, nessun compito da fare come penso, nessun passaggio a gincana, non dobbiamo stringere i denti. Come il ruscello scorre naturalmente verso il mare, così l’uomo è in cammino verso Dio. Questo insegnamento sugli uomini si trova nella parabola di Gesù che ci presenta il Vangelo. È riassunto in sette righe di una semplicità geniale. Il Regno dei cieli è proprio ciò che si cerca nel profondo del cuore. È come un tesoro di cui si scopre l’esistenza. È come una perla, la perla delle perle che il mercante ha cercato per tutta la sua vita. Se il mercante raggiunge il suo obiettivo, non è grazie alla sua tenacia, ma perché ciò gli è concesso in dono. Tuttavia il regno dei cieli non ci è tirato in testa. Bisogna impegnarsi personalmente, essere pronti anche a sacrificare tutto. Ma non per una cosa estranea. È ciò che abbiamo di più personale, e al tempo stesso un dono. E bisogna saper cogliere questo dono; bisogna essere pronti. Quando si raggiunge l’obiettivo, non bisogna crollare come dopo un eccesso di sforzo, ma esultare di indescrivibile gioia.
Il segreto del cristianesimo può essere espresso in un’immagine di sette righe. Ce ne vogliono un po’ di più ai predicatori! Quanto a ciascuno di noi, ci vuole tutta una vita per capirlo.

 

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Amministratore